Catechesi

Seleziona una pagina

Invito a formarsi, a crescere, a continuare la scalata!

Le linee guida del Parroco

Alle decine di catechisti e responsabili dei gruppi della parrocchia e unità scout, preziosi e indispensabili collaboratori, con riconoscenza rivolgo l’invito che ci giunge dall’apostolo Paolo, nostro patrono: “Rimanete saldi nel Signore, così come avete imparato”.
L’importante è essere trovati in Gesù Cristo. Questo invito riecheggia nelle parole di Gesù nell’ultima cena: “Rimanete in me” (Gv. 15,4); “Chi rimane in me ed io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete fare nulla” (Gv. 15,5).
Rimanere saldi nel Signore perché l’esposizione della fede brilli di quella luce che solo il mistero di Dio che si rivela, produce. Solo il Signore Gesù è quella Via, illuminata di Verità e Vita, che conduce la persona umana al Padre.
A me sembra che qui stia il cuore di ogni catechesi, come peraltro ci ha ricordato il Papa nella esortazione apostolica “Catechesi tradendae”: “Lo scopo della catechesi è mettere i bambini, i ragazzi, i giovani, gli adulti in comunione con Gesù Cristo. Nella catechesi solo Gesù insegna mentre ogni altro lo fa nella misura in cui è il suo portavoce”.
Essere portavoce di Cristo è possibile nella misura in cui si “è trovati” in Lui. Gesù Cristo è la nostra vita inseparabile.
E’ necessario che il catechista viva personalmente una vita di GRAZIA alimentata dalla CONFESSIONE regolare, frequenti assiduamente l’EUCARISTIA, anche quotidiana e alimenti la sua vita spirituale con la direzione spirituale, e svolga questo ministero come un servizio.
L’appartenenza all’Azione Cattolica, agli Scout, a C.L., ai Focolarini, all’Opus Dei; l’aver partecipato al Cursillos è cosa buona che aiuta spiritualmente  ad un lavoro apostolico di comunione e di condivisione in parrocchia.
E’ un fatto che è sotto i nostri occhi ed è consolante per il parroco.


> CONTATTA GLI EDUCATORI <

Lascia un commento